PERSONE ORDINARIE CHE FANNO COSE STRAORDINARIE! LA NOSTRA ITALVOLLEY!

PERSONE ORDINARIE CHE FANNO COSE STRAORDINARIE! LA NOSTRA ITALVOLLEY!

Dico solo final six! Qui, Italia, Milano NOI CI SIAMO! E’ casa nostra è il nostro mondiale!
Se solo penso che quest’estate mangiavo un gelato ad un torneo con Raphaela Folie e ieri sera era in campo con la maglia azzurra, ha avuto il 69% di palla a terra… mi vengono i brividi!!!niente fotografi gente accalcata o chissà quale “fighettaggine” mentre si chiacchierava ad un tavolone delle sagre di paese!amo questo sport fatto di gente che confusa nella folla che non viene riconosciuta, ma che fa cose straordinarie come ieri sera, che mette milioni di italiani con il naso appiccicato alla tv!!!
Scorro sulla homepage di Facebook e son felice di avere tanti amici pallavolisti, perché mi chiedo ancora come certe persone abbiano preferito guardare o parlare di Rubentus e Inter quando c’erano le nostre 12 (anzi 14 con le due in tribuna) dal lato B interessantissimo,a mostrare un lato A spaventoso ed emozionante!!
Scorro e leggo frasi di allenatori, amanti del volley, giocatrici dalle categorie di vertice a chi gioca per sola passione e le parole di tutti son queste “brividi ed emozioni”.
C’è chi preferisce al centro la giovane Chirichella, chi l’insuperabile Arrighetti e chi la forza di Folie; c’è chi adora Centoni e poi vede Diouf giocare come ieri e sorridere perché sa il fatto suo la ragazzetta… così il pensiero si fa per ogni ruolo e capisci che è una bella nazionale completa e intercambiabile. Come non spendere due parole sulla “piccola” Cardullo il ritorno della fuoriclasse(dopo tanti infortuni) con un 83% in ricezione che si commenta da sè e tante, tante difese fondamentali per portare a casa il risultato.
La pallavolo è fatta di “pacche sul culo”, radunarsi al centro del campo dopo ogni punto, di “batti-cinque” continui ma la nostra Italia tutto questo lo fa diversamente, giocatrici che sorridono, scalpitano per entrare in campo, che ad ogni punto esultano come se fosse la vittoria della finale, con una panchina che “morde la riga” della zona di riscaldamento e allora tutto questo attraversa lo schermo e ti tiene lì con il naso appiccicato alla tv.
L’Italvolley ha tolto l’imbattibilità a questa Cina davvero forte, superandola 3-1 (22-25 25-18 26-24 25-17) e chiudendo la seconda fase vincendo la sua pool, avendo così il vantaggio di non incontrare la migliore dell’altro girone (il Brasile che ha battuto nettamente 3-0 gli Stati Uniti), più quello di non giocare nella successiva fase due gare consecutive.
Piccinini e compagne conosceranno le due avversarie che ancora le separano dalle semifinali soltanto nel pomeriggio di domani, quando avverrà il sorteggio che dividerà nei due minigruppi da tre Cina, Dominicana, Usa e Russia (ultima qualificata con il successo per 3-0 sulla Serbia). Con le prime due l’Italia ha già giocato, con le altre, sulla carta molto quotate, sarebbe la prima volta in questo fantastico Mondiale.

Insomma questa Italia che era partita nel mondiale con un ruolo da outsider ora è lì tra le grandi e a noi non resta che accendere la tv avvolgerci in una bandiera tricolore ed emozionarci con loro!
In bocca al lupo ragazze.


Calendario Terza Fase:

Mercoledì 8: ore 17.30 Brasile vs Cina, ore 20.00 Italia vs Usa;

Giovedì 9: ore 17.30 Cina vs Rep. Dominicana, ore 20.00 Usa vs Russia;

Venerdì 10: ore 17.30 Rep. Dominicana vs Brasile, ore 20.00 Russia vs Italia

 



Related Articles

Noi inTRANSigenti?

La libertà della persona è sacra, la felicità di ognuno lo è ancor di più… ma ricordiamoci sempre che non

NON METTETE LE “MANI ADDOSSO” ALLA PALLAVOLO

Si sta parlando ovunque dell’episodio accaduto nella partita di recupero del campionato di serie B1 femminile girone A fra Trecate

Ho ancora la forza…

Quel gesto compiuto chissà quante volte, proprio quel gesto che per uno sportivo è naturale come stiracchiarsi appena svegli, quel

nessun commento

scrivi un commento
ancora nessun commento puoi esser il primo a commentare questo articolo!

scrivi un commento

il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.
i campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo*