Spalle rubate all’agricoltura!!!

Spalle rubate all’agricoltura!!!

Se sei un/una pallavolista ,di medio-alto livello,sai bene che i tuoi nonni ti avrebbero voluto come forza-lavoro nei campi!!!Ora cercherò di spiegarvi perché siamo un mondo di “spallati”!!
Premettendo che in ogni sport c’è la sua spettacolarità, forse nel volley non risaltano così tanto certe caratteristiche a dir poco da: “urlo sulla discesa di Raptor”! Certo se noi guardiamo un ginnasta, o la rimonta della Pellegrini nell’ultima medaglia presa, forse la prestanza fisica e le capacità di portare il proprio corpo a massimi livelli saltano subito all’occhio. Negli sport di squadra e soprattutto in quelli in cui c’è di mezzo una palla è più difficile vedere la spettacolarità del singolo atleta, in particolar modo per chi non conosce bene quella disciplina.
Volley-Body
A onor del vero se vi invitassi tutti a veder una partita maschile di alto livello dal vivo, anche il più distratto degli spettatori resterebbe a bocca aperta a vedere certe cose, diciamo che la televisione non rende realmente giustizia alla prestanza fisica necessaria in questo sport.
In una nazione di calcio-dipendenti tutti noi sappiamo quanto un portiere faccia un miracolo parando un rigore!!! Analizziamo un attimo la cosa: il dischetto da cui si calcia è a 11 metri dalla porta, la palla raggiunge al massimo 140-150 km/h e l’obiettivo primario del portiere, ad una velocità di questo tipo, è di respingerla.
Vi starete chiedendo : “ma questo con la pallavolo cosa centra??”
Risposta: “I pallavolisti sarebbero tutti bravi PORTIERI per i RIGORI!!!”

Ogni azione nella pallavolo inizia con una battuta, il campo è lungo 18 metri,ma la reale distanza tra battitore e ricevitore invece è di circa 14- 15 metri, nel maschile la palla viaggia tra i 130 e i 140 km/h, il fatto è che qui non basta respingerla ma bisogna cercar di mandarla in un preciso punto del campo, dove c’è il palleggiatore… FACILE MI HAN DETTO!!!!!
Le donnine non son da meno… il pallone in categorie alte ha comunque una velocità che supera i 100km/h della serie “quando ricevi sorridi ,che se sbagli la valutazione della palla, ti mando a casa che sembri Nina Moric!”
Altra caratteristica altro paragone, questa volta con i miei amici cestisti!! Beh il canestro è alto 3.05 metri…chi di noi non ha davanti agli occhi le spettacolari schiacciate dei giocatori NBA, che hanno realizzato il sogno dell’uomo di volare!!! Ecco nella pallavolo non si è da meno!!! Robertlandy Simon, centrale cubano che gioca in Italia, tocca altezze come 3.89 metri! In parole povere, in attacco, colpisce la palla ad un’altezza che supera la rete di quasi un metro e mezzo!..che dire …AMEN!
I cubani son esseri volanti anche nel femminile..chissà se la RED BULL è la bevanda nazionale… già perchè nella seconda metà degli anni novanta una certa Luis Mireya,dal suo metro e 75 colpiva la palla a 3.39 metri … o nella pallavolo più odierna,la cubana italianizzata Tai Aguero, in uno sport riservato alle “perticone”, lei alta 1.78 metri ne tocca 3.30 di metri in attacco (con rincorsa) e 3,12 m a muro (quindi senza rincorsa) .
Dietro a tutto questa fisicità che sicuramente è più incisiva nel maschile, è uno sport molto tecnico che richiede una quantità di “affinamenti e precisione del gesto” davvero incredibile ma oggi ho solo provato un po’ a stupirvi!

Quindi ecco spiegato perchè i nostri nonni avrebbero voluto queste “spalle” a loro favore… come dargli torto!
Ciaoooooo belliiiiiii

 



Related Articles

Due pensieri cestisti senza spoiler

1: anche green fece la serie della vita nel 2013 come dellavedova oggi in modo diverso ma gara 6 e

QUELLO CHE NON SI DICE SUI GIORNALI, OGNI RUOLO E I SUOI PERCHE’!!

Vi è mai capitato di provare a spiegare la pallavolo a qualcuno che non ne sa nulla?? Ma quanto è

La concezione dell’attimo

Lo sport è Attimo e Dettagli. Per definizione. E quell’attimo può trovarti spiazzato, puntuale, accoglierti, sfuggirti. Il rigore è l’atto

nessun commento

scrivi un commento
ancora nessun commento puoi esser il primo a commentare questo articolo!

scrivi un commento

il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.
i campi obbligatori sono contrassegnati dal simbolo*